Archivi Blog

Pokémon Go is now live in 15 more countries in Asia, but not India or China — TechCrunch

The wait is over for many Pokémon Go fans in Asia, after the smash hit game went live in 15 new countries in the continent. Read More

via Pokémon Go is now live in 15 more countries in Asia, but not India or China — TechCrunch

Upgrades Fueling Second Hand Smartphone Sales Boom, Says Gartner

Apple Pay top payment method in Staples iOS app, says company, with 30% of sales

When Wearable Health Trackers Meet Your Doctor

Shazam for Mac brings instant music recognition and more to your menu bar

Facebook Messenger finalmente per IPad

images

Read this post in english

 

 

Friendly-iPad

 

 

Tre anni dopo l’acquisizione di Beluga da parte di Facebook e la sua seguente  trasformazione  in Messenger per smartphone,  oggi e’ stata creata una versione della Chat App  dedicata  appositamente per iPad  invece di progettare una versioneallargata” per  iPhone. Messenger per iPad dispone di un’interfaccia multi-window che mostra un elenco di threads e delle  conversazioni in corso nello stesso momento.

Messenger ha avuto  oltre 200 milioni di utenze a partire da aprile utilizzanti  tutti i dispositivi, ma ora i fan di Apple potranno utilizzare  uno schermo più grande.

Messenger per iPad viene fornito con la maggior parte delle funzionalità di Messenger, compreso di stickers, chat di gruppo di facile navigazione e chiamate VoIP. Come non ricordare inoltre le ultime novita’ come  l’auto split-screen selfie camera registrazioni video tapand-hold. Facebook non ha ancora menzionato nulla riguardola versione tablet di Android.

 

L’applicazione sarà sicuramente piacevole per gli utenti di Messenger i quali sono ormai stasnchi di doversi destreggiare tra i loro iPhone mentre  lavorano  o giocano sul loro iPad. Se si dispone di Facebook e Messenger installato su iPad, toccando il pulsante messaggi in Facebook si commuta automaticamente in Messenger. È quindi possibile toccare la barra nella parte superiore di Messenger per tornare a Facebook.

Ottenere sempre più dispositivi supportati per Messenger e’ un obiettivo a lungo termine per Facebook. Il fine e’ di irrompere nel mondo    degli SMS e possedere lo spazio chat per mobile in modo. Mentre Facebook è noto per la sua News Feed e per i profili, la gente spende molto tempo al giorno semplicemente spulciando tra i contenuti trasmessi. Tuttavia  la messaggistica privata è diventata una parte costante della ita vo di molte persone.

Messaggiare è anche strettamente collegato al concetto di social networking e social graph. Per questo motivo  Facebook è così di bramoso di diventarne il proprietario. La prova e’ dimostrata dal fatto che difatti Facebook ha gia’ speso  l’esorbitante cifra di  19 miliardi di dollari per acquisire WhatsApp. Al di là di essere un sostituto gratuito (o quasi) dell’utilizzo di SMS il quale  ora ha 500 milioni di utenti in tutto il mondoha anche incluso una caratteristica di aggiornamento di stato che Facebook temeva  potesse sicuramente rubare l’attenzione dei suoi feed..

Per ora, Facebook non fa i soldi direttamente da Messenger. Al contrario Facebook lo usa per promuovere la sua piattaforma lock-in. Piu’ dispositivi significa più persone “chiuse dentro”. Ma Facebook ha molte  opportunità per monetizzare la sua  Chat App dedicata, e recentemente ha “portato via” da  PayPal il  presidente David Marcus per  farlo diventare  VP dei suoi prodotti di messaggistica.

 

1-messenger-ipad-conversation1

A quel tempo, Facebook ha detto Marcus percorreva il giusto sentiero per creare importanti prodotti e per trovare i modi piu’ creativi per trasformarli in importanti business“. Questo implica che  Messenger potrebbe presto essere una fonte di reddito. Facebook potrebbe seguire altre aziende di messaggistica come linea con la vendita di adesivi o la possibilità di personalizzarli. Si potrebbe anche guadagnare denaro da studi cinematografici, produttori di giocattoli, altri offrendo confezioni di adesivi senza marca come in una recente campagna promozionale della  Lego .

Un’opportunità ancora più grande potrebbe vedere Marcus come timoniere:  i pagamenti.

Messenger potrebbe facilitare i pagamenti  peer-to-peer e prenderne un piccola commissione. In questo momento, la gente di tutto il mondo paga tasse esorbitanti, che vanno dal 1,5 per cento fino al 20 per cento per le rimesse il trasferimento di denaro a parenti o partner in altri paesi. Spesso le persone usano rimesse per inviare soldi a casa utilizzando servizi come Western Union, MoneyGram, Telegiros, o Remit2India. Se Facebook sostituisse tali servizi, potrebbe rivendicare un profitto sano, riducendo le tasse per lavoratori svantaggiati cercando di sostenere le loro famiglie.

2-messenger-ipad-stickers1

L’iPad è troppo costoso per le persone che probabilmente beneficerebbero al  massimo dal servizio di rimesse cheap di Facebook Messenger. Ma ogni utente aggiuntivo di Messenger accresce gli effetti di rete della app e fornisce a Facebook una ragione in più per investire ininnovazione e monetizzazione nel mondo della chat.

 

3-messenger-ipad-voip1

Facebook Messenger Finally Gets An iPad Version

 

 

Friendly-iPad

Three years after Facebook acquired Beluga and turned it into Messenger for smartphones, its dedicated chat app today got a version specially designed for iPad rather than just running as an enlarged iPhone app. Messenger for iPad features a multi-window interface showing a list of threads and your current conversation at the same time. Messenger had over 200 million users as of April across devices, but now Apple fans can mobile message on a larger screen.

Messenger for iPad comes with most of the Messenger features, including stickers, easy group chat navigation, and VoIP calling. It’s only missing the latest additions, including the split-screen selfie camera and tap-and-hold quick video recordings. Facebook hasn’t mentioned anything about an Android tablet version.

The app will surely be nice for Messenger users who are tired of having to juggle their iPhone while working or playing on their iPad. If you have both Facebook and Messenger installed on your iPad, tapping the Messages button in Facebook automatically fast-switches you to Messenger. You can then tap the bar at the top of Messenger to return to Facebook.

Getting more devices supported for Messenger is important to Facebook’s long-term goal of disrupting SMS and owning the mobile chat space. While Facebook is known for its News Feed and profiles, people only spend so much time a day sifting through broadcasted content. Direct, private messaging has become a constant part of many people’s days, though.

Messaging is also intimately connected to the concept of social networking and your social graph, which is why Facebook is so desperate to own it. Chat is a foundation that other social interactions can be built upon. That’s a big reason Facebook spent a stunning $19 billion to acquire WhatsApp. Beyond just being a free SMS replacement that now has 500 million users around the world, it also included a status update feature that Facebook surely feared could steal attention from its feed.

For now, Facebook doesn’t make any money directly from Messenger. Instead Facebook uses it to promote platform lock-in. More devices means more people locked in. But Facebook has plenty of opportunities to monetize its dedicated chat app, and it recently poached PayPal president David Marcus to become VP of its Messaging Products.

1-messenger-ipad-conversation1

At the time, Facebook said Marcus has “a track record of building great products and finding creative ways to turn them into great businesses.” That implies Messenger could soon be a source of revenue. Facebook could follow other messaging businesses like Line by selling stickers or the ability to upload you own designs. It could also earn money from movie studios, toy makers, others by offering free branded sticker packs like its recent Lego Minifigures pack.
An even bigger opportunity could be right in Marcus’ wheelhouse: payments. Messenger could facilitate peer-to-peer payments and take a small cut to make money. Right now, people around the world pay exorbitant fees, ranging from 1.5 percent all the way up to 20 percent for remittance — transferring money to family or business partners in other countries. People often use remittance to send money home using services like Western Union, MoneyGram, Telegiros, or Remit2India. If Facebook could undercut these services, they could claim a healthy profit while reducing fees for disadvantaged laborers trying to support their families.

 

2-messenger-ipad-stickers1

The iPad is likely too expensive for people who would benefit the most from a cheaper Facebook Messenger remittance service. But each additional Messenger user grows the app’s network effects and gives Facebook more reason to invest in innovation and monetization for chat.

 

 

3-messenger-ipad-voip1

 

 

 

 

Google prepara EnergySense, un’applicazione per la gestione energetica di casa

Grazie ad un anonimo informatore, Android Police è venuto in possesso delle prime immagini relative ad una nuova applicazione che Google sta ancora sviluppando. L’applicazione si chiama EnergySense e, dal suo nome, si può già intuire cosa possa riservare.

image

Per adesso l’app è ancora prematura, in quanto in via di sviluppo, ed ora permette solamente di visualizzare la temperatura che abbiamo in casa e di poterla regolare grazie ad un termostato “intelligente” compatibile con i servizi Google e con Android. L’interfaccia è estremamente semplice ed intuitiva, in puro stile Google, e l’utente potrà selezionare varie impostazioni predefinite per la temperatura che desidera avere/trovare in casa: Sveglio, Fuori, Casa e Notte. Dato che si è ai primi stadi dello sviluppo di Google EnergySense, l’informatore afferma che vi saranno ulteriori funzioni che saranno implementate nel corso del tempo. Ecco qui di seguito alcuni screenshot dell’applicazione:

Dato il termine EnergySense, possiamo quindi immaginare che Google stia pensando di realizzare un’applicazione per la domotica, capace di controllare tutti (o quasi) gli apparecchi elettrodomestici semplicemente con uno smartphone Android. Naturalmente gli elettrodomestici dovranno essere tutti compatibili con Android, ma ad oggi ve ne sono veramente pochi. Questo però è sicuramente il futuro, in quanto la maggior parte degli elettrodomestici tra qualche anno avrà sicuramente piena compatibilità con i dispositivi mobile, e potrà essere gestita da questi.

image

Google quindi si prepara alla casa del futuro, anche se attualmente lei stessa, stando alle informazioni dell’insider, non sta realizzando anche hardware dedicato, cioè non sta progettando elettrodomestici o dispositivi per la casa (come termostati per regolare la temperatura), almeno per adesso.

Intanto, anche @evleaks ci mostra un assaggio di come si presenterà l’applicazione EnergySense una volta che sarà pubblicata sul Play Store:

Google: próximamente en un termostato cerca de ti [https://t.co/clrJPJhpsd] pic.twitter.com/hCiHpp1G6q

— @evleaks (@evleaksES) 17 Dicembre 2013

Quest’applicazione permetterà quindi di gestire meglio l’energia consumata in casa e quindi aiuterà i consumatori a risparmiare.

Cos’è Vine ? – Come condividere “micro” video su Twitter

Vine è una app gratuita per iPhone e iPad messa a disposizione da Twitter. L’applicazione consente di girare microvideo della durata di 6 secondi da postare sul popolare social network. Il servizio è stato creato da una startup – Vine, appunto – recentemente acquistata da Twitter. Per ora si può utilizzare anche senza essere iscritti a Twitter (anche se sul blog di Vine l’iscrizione alla piattaforma di microblogging è vivamente consigliata).

Registi per 6 secondi

Ma come funziona? Per prima cosa occorre scaricare la app dall’App Store (lo si può fare gratuitamente a questo link). Vine non è ancora disponibile per Android, ma una versione compatibile è in fase di sviluppo.
A questo punto, il servizio è pronto per funzionare.Sarà l’utente stesso a divenire regista del filmato. Basta trovare qualcosa da riprendere (qualcosa di particolarmente significativo, dato che avete solo 6 secondi) e cliccare sull’icona della telecamera in alto a sinistra. Per filmare è sufficiente tenere il dito premuto sullo schermo: se lo spostate, si interromperanno le riprese. Potete ripetere la stessa operazione più volte, cambiando punto di vista e giocando con la regia: lo scopo dell’applicazione è proprio – dato lo spazio di tempo ridotto – stimolare la creatività degli utenti. Qualche giorno fa lo stesso Dick Costolo (@dickc), amministratore delegato di Twitter, ha postato un video realizzato con Vine che trovi anche qui sotto, in cui spiega, in 6 secondi, la ricetta della tartare di carne.

 

Guarda altri esempi di filmati creati con questa app dal blog di Twitter.

A questo punto sarà Vine ad assemblare i vari spezzoni ottenendo un unico filmato, che potrà essere corredato di hashtag e commenti (nei limiti dei 140 caratteri) e postato su Twitter o su Facebook (Facebook però, ha impedito a Vine di accedere alla rete di contatti degli utenti per integrare la propria rete di conoscenze). Il microvideo apparirà naturalmente anche sulla Timeline di Vine. Il filmato si vedrà in loop, senza interruzioni. Una sorta di Instagram “allungato” che lascia spazio a nuove idee.

 

Grandi novità per YouTube su Android: UI in stile Google Now, video “pop-up” e nuovo menù “hamburger”

Importante aggiornamento per YouTube già disponibile nel Play Store da alcune ore (download in fondo all’articolo). Prima di tutto troviamo una nuova interfaccia utente profondamente ispirata alle card di Google Now, un nuovo menù spostato sulla sinistra del display riprendendo le ultime modifiche strutturali di Android e non meno importante la funzionalità “pop-up video” che permette di guardare un video mentre magari si sta consultando uno dei feed salvati sul nostro profilo ma comunque solo all’interno dell’app Youtube (non funziona se uscite da youtube)..

                                                                                                                                                                                                                  

Nonostante il changelog non sia ancora disponibile nel Play Store, questi sono i principali cambiamenti di questa nuova versione:

  • Nuovo menù “hamburger”
  • Interfaccia utente basata sulle card, per i feed e le liste di ricerca
  • History, playlists, preferiti e uploads sono stati spostati nella parte superiore del menù per un accesso più facile
  • Nuova icona per la homescreen
  • Possibilità di cercare altre playlist
  • Nuova funzionalità Multi-Finestra
  • Tablet UI migliorata

Molto interessante la nuova funzionalità Multi-Finestra che permette attraverso alcune gestures di spostarsi tra un contenuto e l’altro senza abbandonare la riproduzione di un video, mentre un layout profondamente rivisto in stile Google Now migliora notevolmente la navigazione all’interno del player da parte dell’utente, infine anche la reattività sembra essere migliorata grazie ad una serie di nuove animazioni e alla gestione più rapida di tutta l’app.

Download on:

http://www.androidfilehost.com/?fid=23060877490000782

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: